Stampa digitale: l’inchiostro bianco puro

Serigrafia digitale, Stampa digitale, Tutto Commenti disabilitati su Stampa digitale: l’inchiostro bianco puro

Le macchine digitali a tecnologia UV e Latex, presenti nel nostro centro stampa, sono all’avanguardia ed utilizzano una vera e propria cartuccia di colore bianco puro, stampando in CMYW!
Fino a qualche anno fa non esistevano in commercio macchine per la stampa digitale in grado di stampare il colore bianco, quindi si stampava solo in CMY. 

Con l’inchiostro bianco si impedisce che il colore e il testo della stampa si sovrappongano a colori o altro che si trova al di sotto di essa.

Non ci sono più confini alla creatività per gli studi di grafica e stampa che, come noi, sono sempre alla ricerca di nuove applicazioni di design!
Il bianco è un colore indispensabile per la personalizzazione di supporti trasparenti, semitrasparenti, metallizzati o colorati. Permette di realizzare adesivi per la decorazione di vetrine o di finestre; prodotti per la segnaletica; oppure possiamo stampare supporti già marchiati o decorati, garantendo che la nostra stampa rimanga sempre in primo piano e che i colori siano brillanti e pieni, indipendentemente dal supporto.
Il bianco è fondamentale per la retroilluminazione. Prima che si potesse stampare il bianco, lo stampatore era costretto a stampare l’immagine su un supporto bianco e poi caricarla in saturazione, per ottenere colori abbastanza vivi quando veniva retroilluminata. L’enorme difetto di questa lavorazione è che quando l’immagine non viene retroilluminata, cioè alla luce del Sole, risulta molto scura, perché la saturazione ne ha accentuato esageratamente i colori!

Con la tecnica a 3 layer (colore+bianco+colore) possiamo evitarlo, perché viene stampato un primo livello di colore, poi un livello di bianco e poi ancora il colore; la luce che colpisce l’immagine non smorzerà i colori e quando non ci sarà retroilluminazione le tonalità dei colori non risulteranno alterate né opache.
L’ambiente della stampa digitale è divenuto molto più versatile e dinamico.
L’inchiostro bianco è puro e permette di riprodurre i colori con una perfetta corrispondenza indipendente dal supporto. Questo comporta costi di magazzino minori e maggior velocità nell’esecuzione di una semplice bozza o campionatura fino alla produzione finale. Tutto questo perché possiamo stampare direttamente in azienda quanto serve e quando serve.
E’ a tutti gli effetti un colore in più, perché ci permette di gestire in stampa progetti grafici con effetti o finiture in bianco.

Ancora una volta avrete una marcia in più per diffondere efficacemente il vostro messaggio, senza porre confini all’immaginazione!

Pin It

» Serigrafia digitale, Stampa digitale, Tutto » Stampa digitale: l’inchiostro bianco puro
Il 22 luglio 2014
Da

I commenti sono chiusi

« »